settembre 2014 archive

Pet therapy: un amico che trasmette senza parlare

Per coloro che non la conoscessero, la pet therapy consiste in un contatto ravvicinato con gli animali che, soprattutto qualora si avessero dei problemi sociali o psico-fisici, può risultare di grande aiuto per alleviare disagi o disturbi di varia natura.

La pet therapy è nata inizialmente per i bambini, sia normodotati sia coloro che avevano dei problemi psichici o fisici, in quanto il contatto con gli animali è risultato essere molto importante per i più piccoli, in quanto li rasserenava e li induce a vivere quegli attimi con maggiore serenità Questa disciplina, con il tempo, si è estesa anche alle persone più adulte e mature e, ad oggi, esistono molti corsi di pet therapy, in quanto le persone che desiderano apprendere questa disciplina per fare del bene, così come coloro che invece vogliono beneficiare degli effetti positivi del contatto con gli animali in qualità di utenti, stanno aumentando sempre di più.

Mentre in passato erano numerosi coloro che vivevano in campagna o avevano parenti con una cascina e gli animali, con la possibilità pertanto fin da piccoli di avvicinarsi agli animali di vario tipo e trarre un beneficio da tale rapporto, al giorno d’oggi le famiglie vivono prevalentemente in città e i ritmi di vita sempre più frenetici portano molte persone, anche con bambini, a non avere il tempo di avere un animale domestico o di portare ogni tanto il proprio pargolo nelle fattorie, ove egli/ella potrebbe iniziare ad avere un contatto con gli animali. Per fortuna molte scuole, sia materne sia elementari, stanno iniziando a effettuare gite presso le fattorie didattiche, molte delle quali effettuano anche pet therapy, in modo da consentire un avvicinamento sempre maggiore tra bambini, ma non solo, anche persone adulte con sindromi psico-fisiche medio/gravi, e gli animali.

Studia e applica gli studi di economia alla vita quotidiana

Se volete sapere come diventare economista, perché desiderate portare avanti la professione dei vostri genitori o perché avete deciso di seguire la vostra passione, allora siete sulla pagina giusta!

Dopo il conseguimento del diploma di scuola secondaria superiore, la persona che vuole diventare economista è solitamente invitata a iscriversi al corso di laurea in economia e commercio o economia aziendale. Seppur sia consigliabile frequentare una scuola secondaria a indirizzo ragioneria, qualora si volesse diventare economista, è possibile acquisire tutte le nozioni indispensabili per svolgere tale professione nel corso del percorso universitario, pertanto non disperatevi, qualora aveste conseguito il diploma presso un altro indirizzo di studi! I tre anni universitari consentiranno all’alunno di apprendere importanti nozioni per poter svolgere in futuro tale professione, conseguendo il titolo di Dottore in economia. In seguito la persona interessata a diventare economista potrà proseguire il percorso universitario fino ad acquisire la laurea specialistica, oppure decidere di seguire un apposito corso post-laurea o un master per apprendere concretamente le basi, le dinamiche e i trucchi del mestiere. Tali corsi e master sono solitamente a pagamento (anche se vi è la presenza, solitamente, di numerose borse di studio destinate a coloro che presentano un reddito basso o che provengono da un’altra regione, differente da quella ove si svolge il corso) e le lezioni vengono tenute da docenti molto esperti e qualificati, con la possibilità inoltre di seguire dei seminari inerenti determinate tematiche tenuti da veri professionisti del settore. Decidete di inseguire le vostre ambizioni: il sogno di diventare economista non è mai stato così realizzabile e alla portata di mano!