Laser miopia e gli integrventi consigliati

Con il laser per miopia potrete mettere nel cassetto gli occhiali!

I difetti della vista sono dovuti principalmente a una forma scorretta della cornea, che normalmente dovrebbe apparire sferica. Nel caso della miopia, quest’ultima risulta eccessivamente allungata, con una sporgenza verso l’esterno che sposta il punto focale su cui si concentra la luce poco più avanti rispetto alla retina. Di conseguenza, chi soffre di questo disturbo ha difficoltà di messa a fuoco su tutto ciò che si trova in secondo piano, o comunque in lontananza. Gli interventi con il laser per miopia, rappresentano la soluzione migliore proprio perché risolvono il problema in via definitiva. La maggior parte delle persone che ha questo difetto ricorre generalmente a degli occhiali correttivi o alle lenti a contatto, che però non sono in grado di migliorare tale condizione.

Questi trattamenti si rivolgono soprattutto a chi riporta un grado di disturbo medio elevato, e sono in grado di migliorare radicalmente la condizione della vista. Mediante i laser la miopia che supera le 6 diottrie può essere facilmente ridotta facendo sì che il paziente possa riuscire a vedere anche in lontananza senza dover ricorrere necessariamente alle lenti. L’efficacia di questa procedura è dovuta alle strumentazioni ultima generazioni, le quali riescono a intervenire direttamente sulle cellule che causano la malformazione della cornea, modellandola in maniera ottimale. A seconda del livello del proprio difetto, generalmente si sceglie tra due tecniche differenti di laser miopia. La prima si rivolge ai problemi più lievi, infatti si esegue sullo strato più superficiale. Si tratta della PRK, o cheratectomia fotorefrattiva, la quale vede l’impiego di un laser a eccimeri che, mediante l’ablazione, vaporizza le cellule per diminuire a poco a poco l’incurvatura della cornea. Il macchinario utilizzato genera un fascio di luce a raggi ultravioletti, completamente indolori per il paziente, che hanno una precisione e una rapidità d’esecuzione davvero sorprendente.

In alternativa, per coloro che hanno un difetto refrattivo più elevato si esegue la LASIK, una procedura che si avvale di due laser differenti. Il primo è un laser ad femtosecondi, che emette un fascio di luce a raggi ultrarossi per fare delle micro incisioni sullo strato superficiale. Quest’ultimo serve a tagliare un piccolo lembo per poi sollevarlo, permettendo quindi al medico di intervenire nella zona sottostante. A questo punto si utilizza quello a eccimeri, grazie a cui si riesce a modellare lo stato posto in profondità e ottenere un’incurvatura della cornea che sia ottimale.
I trattamenti laser miopia sono completamente indolori: prima di iniziare con la procedura, infatti, al paziente vengono somministrate delle gocce anestetiche che non fanno avvertire alcuna fitta né ulteriori pressioni. L’operazione in sé ha una durata davvero minima, che solitamente è compresa tra i 10 e i 15 minuti. Una volta conclusa, si viene bendati sull’occhio in questione, per poi essere dimessi poco dopo e tornare prontamente alla propria vita quotidiana. Nelle settimane successive è necessario prestare attenzione ad alcuni accorgimenti, così da proteggere l’occhio da agenti esterni e favorirne la guarigione nel giro di appena pochi giorni.

 


Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/lapri060/public_html/wp-includes/class-wp-comment-query.php on line 405

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *